(Mini) Ciambelle di Homer (altresì dette mini donuts)

Sarà ormai già un paio d’anni che ho comprato la macchina per fare le ciambelle, ma ahimé l’ho usata soltanto una volta appena comprata. Non se neanch’io perché, forse perché non avevo ancora mai trovato una ricetta che non mi annientasse il fegato e non mi facesse balzare il colesterolo a 300 per qualche misera ciambellina. E così la macchinetta giaceva in solitudine in un angolino della mia cucina. Finché un giorno mi è saltato in mente di fare le ciambelle per la colazione.

Le mitiche ciambelle di Homer. Provare a farle light. Una contraddizione in termini: Homer + light. Inoltre lo stampo è per delle ciambelline-ine-ine, però troppo carucce a vedersi così piccine e cicciose! Sono buone, anche il giorno dopo, e non sono fritte. Riuscite a pensare a qualcosa di meglio??

 

 

Ingredienti (per…boh, una 50ina di ciambelline? sono finite prima che mi venisse in mente di contarle :P):

250g farina

75g zucchero

40g burro

65 ml latte

1 uovo

un pizzico di sale

1 bustina di lievito per dolci

1 bustina di vanillina

 

 

Procedimento:

L’aggeggio – comprato al Lidl per una sciocchezza – è di una semplicità spaventosa a usarsi: basta ungere gli stampini (io usato l’olio, ma ovviamente il burro va benissimo) e seguire le spie luminose / tempistiche come da istruzioni. Preparare la pastella amalgamando tutti gli ingredienti – prima solidi poi liquidi -, versarla negli stampini e attendere la cottura (3-4 minuti). Continuare il procedimento fino a finire la pastella. Erano talmente buone che le ho lasciate al naturale, ma ovviamente potete ricoprirle con le peggiori americanate colorose possibili: glasse, zuccherini, ecc.

Plumcake di pesche e ricotta (senza burro)

 

Plumcake di recupero e ultra light: niente burro né olio, soltanto un uovo e poco zucchero. Pesche e ricotta sono un’accoppiata eccezionale, un must di ogni estate per me. Un dolce sano e leggero, nutriente ma che non sovraccarica di sensi di colpa. La consistenza rimane molto morbida e umida simile a un cheesecake; lo definirei quasi un dolce a cucchiaio, data la bassa quantità di farina.

 

plumcake_pesche_ricotta

 

plumcake_pesche_ricotta

 

Ingredienti:

3 pesche

250g ricotta

120g farina

mezza bustina lievito

1 uovo

3 cucchiai sciroppo di ribes nero

70g zucchero

pizzico di sale

 

Procedimento:

Tagliare le pesche (gialle, ben mature) a pezzetti in un contenitore in modo da non perdere il succo. In un altro recipiente mescolare gli indredienti secchi (farina, zucchero, sale e lievito); unire l’uovo leggermente sbattuto e la ricotta e amalgamare. Aggiungere lo sciroppo e le pesche col loro succo. Mescolare bene e versare in uno stampo da plumcake. Cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per circa 35 minuti.

Maiale allo Zabaione

 

Ricetta che risale a qualche mese fa e che sarebbe fuori tempo massimo data la stagione, ma in questi giorni pare di essere ripiombati in pieno Novembre e quindi ho pensato di pubblicarla comunque.

Fuori tempo massimo perché è un piatto comfort food che si abbina perfettamente alla stagione fredda, avete presente quelle tipiche serate invernali? Con fuori un tempo da lupi e voi rintanati in casa a gustarvi una bella cena accompagnata da un bicchiere di vino, magari accoccolati sul divano rintanati in un plaid a drogarvi di film.

Ecco, direi che quando c’è quell’atmosfera lì queste bistecchine di maiale accompagnate da uno zabaione caldo sono l’ideale.

 

 

Ingredienti (per 2 persone):

– 4 piccole bistecche sottili di maiale

– cipolla

– sedano

– brodo

– zabaione (io ho usato uno spettacolare zabaione al Marsala, bomboniera apprezzatissima di una cara amica)

– farina

– olio evo

– sale e pepe

 

Procedimento:

Mettete a rosolare in padella il sedano e la cipolla tritati con un filo di olio evo. Nel frattempo tagliate il maiale a pezzettini (potete anche lasciare le bistecchine intere, ma a pezzetti cuoceranno più velocemente) e infarinateli. Unite il maiale al soffritto e cuocete a fiamma media, aggiungendo un cucchiaio di brodo a metà cottura e regolate di sale e pepe. Intanto mettete a scaldare a fiamma dolce qualche cucchiaio di zabaione, allungato con un paio di cucchiai di brodo (regolatevi con le quantità a seconda di quanta salsa volete: la proporzione è di 2:1), un pizzico di sale e abbondante pepe. Servite il maiale con accanto lo zabaione ben caldi.

 

Avocado Nuggets

Una ricetta secondo me geniale in cui sono incappata su Pinterest: nuggets di avocado cotti al forno. Assolutamente goduriosi, totalmente droganti e per di più anche sani! Davvero, non riesco a immaginare nessun connubio migliore!

Ovviamente ricetta a prova di inabile in cucina, qual sono io, per cui ce la può fare chiunque 😉

 

 

 

Ingredienti:

1 o 2 avocado maturo ma non troppo

2-3 pacchetti crackers o l’equivalente di pangrattato (io non l’avevo)

mezza tazza di farina

olio evo

2 uova

spezie a piacere

sale qb

 

Procedimento:

Tagliare l’avocado a listarelle o tocchetti. Tritare i crackers nel mixer. Miscelare ai crakers tutte le spezie che preferite, io ho scelto paprika e pepe e 2-3 cucchiai di olio, più un pizzico di sale; mescolate bene il tutto. In un’altra ciotola sbattete leggermente le uova con un pizzico di sale. In un terza ciotola mettete la farina.

A questo punto, passate l’avocado prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel mix speziato. Disponeteli in una teglia con carta forno e cuocete a forno preriscaldato a 190° per circa 25 minuti.

Servite tiepidi con salsine a piacere 😉

Torta ai mirtilli con ripieno di cheesecake (Blueberry Cake with Cream Cheese)

Avevo dei mirtilli da utilizzare, ma avevo voglia di qualcosa di diverso dai classici muffin o un tradizionale cheesecake. Così ho pensato di fare un mix di torta tradizionale e crema simil-cheesecake. Ecco allora questo esperimento, molto improvvisato! Sono andata un po’ a ispirazione, ma il risultato non è affatto male! Ottimo dolce per la colazione, è anche sano e tutto sommato light (ovviamente, per quanto può esserlo una torta): 2 uova in tutto non sono poi molte, lo zucchero è poco, è senza burro e ho usato Philadelphia Light e latte scremato.

 

 

 

Crema:

200g Philadelphia light

1 cucchiaio farina

50g zucchero

1 uovo

mezza fialetta aroma limone (o vaniglia, come preferite)

 

Torta:

1 uovo

50g zucchero

1 cucchiaio olio

mezzo cucchiaino sale

1 bustina lievito in polvere per dolci

125g mirtilli

mezza fialetta aroma limone (o dell’aroma che avete scelto)

225g farina

125ml  latte scremato

 

Preparazione crema:

sbattere uovo e zucchero, unire il Philadelphia, un cucchiaio di farina e la fialetta di aroma al limone, fino a ottenere un composto omogeneo.

 

Preparazione torta:

sbattere uovo e zucchero. Unire il pizzico sale e l’olio e continuare a sbattere. Aggiungere l’aroma, il lievito, la farina e mescolare aggiungendo il latte. Alla fine mettere i mirtilli e mescolare delicatamente.

 

Mettere metà del preparato con i mirtilli in uno stampo per dolci. Versare l’intera crema al philadelphia e coprire con il restante preparato. Cuocere a 160° per 55 minuti. Lasciate raffreddare, a temperatura ambiente è più buona 😉 Il risultato è una torta morbidissima con l’interno estremamente cremoso *____*